Immagine

Periferia della gioia

6 Ott

il corpo tenue, mosso dal vento,
percorre una strada
gli sono concessi i fiori, l’erba che ondeggia
e il sogno della principessa
nella stanza, la dolce certezza
di non essere
visibili
[…]
avanzando nella distanza
si può anche trovare un corpo, al confine

Milo De Angelis, Poesie, Mondadori, Milano 2008

anche se la voglia
è di credere subito a tutto
(Milo De Angelis)

È tornato il sole sulle mie braccia nude dietro i vetri della finestra. Questo autunno sembra una primavera del corpo, è senza resa e senza battaglia. È abbandono, è periferia della gioia e spinge più in là. Sono entrata nella notte, ma è a questa luce carica dei mattini che cede ogni mia mollezza.
[Guardarti da lontano, dal buio, è già scrivere i giorni]

Annunci

11 Risposte to “Periferia della gioia”

  1. Sandro jr 8 ottobre 2013 a 18:50 #

    Credere subito a tutto per non cedere alla tentazione di non credere più a niente.
    Sandro

    • Silvia 8 ottobre 2013 a 18:52 #

      Ci sono tentazioni, come quella di cui dici, per respingere le quali dobbiamo sempre trovare la forza.

  2. TADS 6 novembre 2013 a 16:33 #

    …”Sono entrata nella notte, ma è a questa luce carica dei mattini che cede ogni mia mollezza.”…

    l’inizio della fotosintesi, questa frase vale più dei versi, very nice

    TADS

    • Silvia 18 novembre 2013 a 20:35 #

      Ho lo stesso bisogno fisico, vitale delle piante.

  3. Chi Non Muore 13 novembre 2013 a 09:23 #

    Ho visto, con colpevole ritardo, che hai apprezzato il mio racconto su scrittori precari. E così ho scoperto il tuo sito, molto bello. Ripasserò di sicuro.

    • Silvia 18 novembre 2013 a 20:46 #

      Posso nascondere la mia scarsa memoria dietro il tuo colpevole ritardo? 🙂
      Diversi post su Scrittori precari mi sono piaciuti, potresti indicarmi di nuovo il tuo in modo da ricollegare? Perdonami. (Sono passata a far visita dalle tue parti, Chi non muore.)

      • Chi Non Muore 19 novembre 2013 a 11:16 #

        Era Filamenti (http://scrittoriprecari.wordpress.com/2013/09/09/filamenti/). Per il blog riservo le risate e le incazzature, per Scrittori Precari le belle parole fini a se stesse 🙂

      • Silvia 19 novembre 2013 a 12:12 #

        È che anche io invidio quelli che non restano feriti a morte dalle coltellate. E soprattutto quelli ai quali viene poi voglia e capacità di accoltellare.

  4. allorizzonte 22 novembre 2013 a 16:20 #

    Grandiosa.

    • Silvia 22 novembre 2013 a 16:25 #

      In effetti ho i fianchi larghi e il culo grosso. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: