Che cosa ci facciamo qui? #3

29 Lug
Pioggia di Kite

Pioggia di Kite

La terza sera che io e te siamo usciti abbiamo camminato sotto la pioggia nel centro della città. Tu tenevi un ombrello che ci lasciava mezzi scoperti perché ridevamo troppo e perché ogni tanto si ribaltava o si piegava di lato, per lo più addosso a me.
Era una sera di primavera di quelle in cui, a un certo punto, la pioggia sottile smette di cadere senza aver bagnato troppo la terra. I miei tacchi non sono affondati mentre ci avventuravamo tra gli scavi di alcune terme romane mal illuminati e io, usando termini troppo latini, tentavo di farti immaginare la topografia di quelle sale o come potevano essere stati i pettegolezzi lì dentro nei primi due secoli dell’Impero.
La Luna si è rivelata talmente piena che ne abbiamo inseguito il riflesso lungo le rive del lago, l’abbiamo poi persa di vista dietro a rami di alberi molto alti e a un cartello che annunciava un concerto imminente di Fauso Leali, un cartello enorme per una sagra di paese.
All’improvviso ti ho chiesto “Ma dove siamo ora?” senza aver realizzato che “Se giriamo qui a sinistra tra un chilometro c’è casa tua”. Mi sono innamorata di te perché con te disperdo il tempo, lo spazio e la volontaria consapevolezza di affidarmi a qualcuno. Con te succede e basta, tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: