Ho immaginato le tue labbra

25 Giu
Bevo il terzo caffè, da una tazzina bianca come la luce delle mattine di Giugno a ridosso del solstizio.
L’aria è fresca, agita i panni stesi e le piume bianche di un cuscino vecchio ormai di qualche anno.
Stanotte ho poggiato le labbra sul bordo della tua tazzina, lì dov’erano le tue ho immaginato. Ho immaginato il punto esatto.
Annunci

7 Risposte to “Ho immaginato le tue labbra”

  1. tellheryousawme 25 giugno 2013 a 11:54 #

    Le tazzine raccolgono tracce, e le cedono.

    • Silvia 25 giugno 2013 a 12:08 #

      Si cerca quel cedimento.
      Lo avevi fatto anche tu, ricordo. 🙂
      C’è, in un qualche tuo post, quella traccia?

      • tellheryousawme 25 giugno 2013 a 13:44 #

        No, era un po’ troppo riconoscibile il soggetto, anzi l’oggetto 😉

    • Silvia 25 giugno 2013 a 16:01 #

      Esattamente i versi ai quali ho pensato dopo aver cliccato pubblica.
      Ci sono immagini che si stagliano nella memoria come fari, ogni tanto la loro luce torna a vedersi improvvisa.

  2. Sandro jr 25 giugno 2013 a 23:46 #

    Bere dalla stessa tazzina, cercare quell’accenno di rossetto che è al tempo stesso ricordo dell’ultimo bacio e promessa di quelli che verranno.
    Sandro

    • Silvia 26 giugno 2013 a 07:17 #

      Promessa, carica promessa è il pensiero con cui attraversare le notti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: