Immagine

La mancanza d’amore non genera mostri

21 Feb

20130221-154341.jpg

Le piccole librerie hanno il fascino delle persone che le abitano, diventano il luogo in cui ci si sente a casa, quello in cui si va a spendere del tempo tra scelte condivisibili o meno, sono il posto in cui si sta anche per delle ore tra volumi di ultima uscita, chiacchiere con il libraio-che-poi-è-anche-un-amico-e-un-consigliere.
Le librerie della grande distribuzione sono rifugi occasionali mentre fuori nevica, quando il tuo uomo non ti chiama ormai da giorni ed è uscito quel disco nuovo e malinconico, quello che ti fa pensare che l’amore spesso è un po’ un fantasma, che l’amore è anche dentro una mancanza.

Annunci

13 Risposte to “La mancanza d’amore non genera mostri”

  1. alegbr 21 febbraio 2013 a 16:02 #

    siamo vicini alla telecinesi 😀
    il “tuo uomo” che non chiama da giorni non è il tuo uomo.

  2. Sandro jr 21 febbraio 2013 a 20:41 #

    Ho nostalgia del vecchio libraio, l’amico che tirava fuori dallo scaffale il libro giusto al momento giusto senza farmi aprire bocca. Bella l’immagine dell’amore “fantasma”: non si vede, ma quando meno te lo aspetti muove le sue catene per farsi sentire. In questi casi la mia amata musica può rivelarsi, mi dispiace dirlo, una fregatura.
    Sandro

    • Silvia 21 febbraio 2013 a 20:42 #

      Spiegami Sandro, se ti va, come può rivelarsi una fregatura?

  3. allorizzonte 20 marzo 2013 a 23:59 #

    Capita, nelle grandi librerie, di sentirsi chiedere: “come si scrive Rilke?”

    • Silvia 23 marzo 2013 a 08:17 #

      E capita di chiedersi, a quel punto, “Perché tanta incuria, qui?”.

      • allorizzonte 23 marzo 2013 a 08:44 #

        Fai in tempo a chiedertelo una volta sola, prima di non metterci più piede.

      • Silvia 23 marzo 2013 a 08:46 #

        Io sono arrivata al punto che fatico ad entrare nelle librerie della grande distribuzione pure “in caso di necessità”.

      • allorizzonte 23 marzo 2013 a 10:22 #

        Fortunatamente, nella mia città, ho l’alternativa migliore: il libraio di fiducia con retroterra di studi letterari e umanistici e le migliori conoscenze possibili (Del Giudice, Cacciari, ecc…)
        Altri sono più sfortunati.

      • Silvia 23 marzo 2013 a 10:35 #

        La mia libreria di fiducia è in una città poco distante da dove vivo. Per lei faccio i chilometri, senza pentirmene mai. 🙂

      • allorizzonte 23 marzo 2013 a 11:39 #

        🙂

  4. gufoazzurro 18 giugno 2013 a 10:34 #

    Capito qui per caso e leggendo questa tua riflessione provo un senso di profonda nostalgia per queste librerie che quasi non ci sono più. Io ne frequentavo una o meglio frequentavo il libraio e l’ho seguito quando ha cambiato libreria (stesso genere della prima, di quelle di cui tu parli…), credo che sia proprio la figura del libraio che va a scomparire. Il libraio era il filo di intelligenza e conoscenza che univa persone e mondi, la libreria il luogo dove questa alchimia si generava. Io non riesco ad acquistare libri in strutture che sono del tutto identiche ai super market con adetti ai lavori non sanno nulla nè di letteratura, nè di cataloghi. Tristemente compro i libri on line, che praticano tra l’altro buoni sconti, che pena però…

    • Silvia 18 giugno 2013 a 19:52 #

      La e-mail di notifica di questo tuo commento mi è arrivata subito dopo una e-mail promozionale di Amazon. Sceglierei anche io di acquistare on-line se non avessi un libraio con cui chiacchierare, ridere, scambiare titoli come se si confondessero tutti i ruoli. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: